Mar
23
6:30 PM18:30

Gli Amici Contemporanei @ Germi #2 - Eloisa Manera

19'40'', la collana discografica su abbonamento di musica anti-classica, nata del 2016 per mano di Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli, Francesco Fusaro e il supporto di Tina Lamorgese, è lieta di presentare una nuova rassegna.

In collaborazione con il neonato multi-spazio Germi (via Cicco Simonetta, 16 - Milano), nasce "Gli amici contemporanei" che, come dice il nome stesso, colleziona personalità estremamente connesse con il fatto musicale attuale. 

Si tratterà di concerti ad orario aperitivo e di durata non superiore ai cinquanta minuti, aperti soprattutto per coloro che non hanno una frequentazione compulsiva dei contesti musicali museali (vedi: auditorium, sale concerto, rassegne istituzionali).

Sarà cura di Germi consentire a chiunque lo voglia un ascolto innocente. E dunque privilegiato.

Eloisa Manera.jpg

Eloisa Manera, violin and electronics

Eloisa Manera musicista italospagnola dall'animo curioso e instancabile, ha concluso tre percorsi accademici di secondo livello nei Conservatori di Venezia, Cremona e Milano in ambito sia classico che jazzistico. Ha frequentato l'Accademia della Scala, con la quale ha collaborato per numerose produzione nell'arco degli anni.
Abbraccia diversi generi musicali in modo trasversale, suonando in numerose formazioni di musica creativa. Ha all'attivo circa 35 dischi di cui 2 a suo nome ("Rondine" in solo e "Invisible cities" in ensemble). Importanti per la sua formazione la collaborazione con l'associazione Musicamorfosi e il corso per Insegnanti del Metodo Feldenkrais.



https://www.youtube.com/watch?v=T83y7kx3xNg&feature=

youtu.be
https://www.youtube.com/watch?v=QCdFYUxSVi0&feature=youtu.be

View Event →
Apr
7
6:30 PM18:30

Gli Amici Contemporanei @ Germi #3 - Simone Beneventi

19'40'', la collana discografica su abbonamento di musica anti-classica, nata del 2016 per mano di Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli, Francesco Fusaro e il supporto di Tina Lamorgese, è lieta di presentare una nuova rassegna.

In collaborazione con il neonato multi-spazio Germi (via Cicco Simonetta, 16 - Milano), nasce "Gli amici contemporanei" che, come dice il nome stesso, colleziona personalità estremamente connesse con il fatto musicale attuale. 

Si tratterà di concerti ad orario aperitivo e di durata non superiore ai cinquanta minuti, aperti soprattutto per coloro che non hanno una frequentazione compulsiva dei contesti musicali museali (vedi: auditorium, sale concerto, rassegne istituzionali).

Sarà cura di Germi consentire a chiunque lo voglia un ascolto innocente. E dunque privilegiato.

Simone Beneventi.jpg

Simone Beneventi

Percussionista e performer, si è esibito come solista interprete della musica del XX e XXI
secolo, in Festival quali Aperto di Reggio Emilia, Arsenale di Treviso, Autumn di Varsavia,
Berliner Konzerhaus, Biennale di Venezia, Biennale di Zagabria, Espace sonore di Basilea,
Gaida di Vilnius, Huddersfield Contemporary Music Festival, Impuls Graz, Manca di Nizza,
Milano Musica, Parco della Musica di Roma, Samtida di Stoccolma.
E’ membro fondatore e coordinatore artistico di ZAUM_percussion, ensemble in residence del
festival Milano Musica (2018-2020).
Già premiato con il Leone d’argento alla Biennale musica di Venezia 2010 (progetto Repertorio
zero), il suo percorso di ricerca sul suono, la progettazione di nuovi strumenti e di nuove
soluzioni compositive per percussioni, lo hanno portato in breve tempo a collaborare con
importanti compositori d’avanguardia (Pierluigi Billone, Peter Maxwell Davies, Hugues Dufourt,
Ivan Fedele, Heinri Goebbels, Helmut Lachenmann, David Lang, Riccardo Nova, Fausto
Romitelli, Salvatore Sciarrino), con compagnie internazionali (Aterballetto, Berlin
PianoPercussion, Ensemble Prometeo, Klangforum Wien, mdi ensemble, Neue Vocalsolisten
Stuttgart), e artisti quali Matmos, Ennio Morricone, John Malkovich, Sainkho Namtchylak,
PanSonic, Massimo Zamboni, definendo il suo campo performativo come “Solismo creativo”.
Nel 2012 ha prodotto per la Biennale di Venezia il progetto Golfi d’ombra: un concerto in solo
all’interno di un’ installazione di 55 strumenti sospesi e video in tempo reale (IanniX) partendo
dalla sua ricostruzione del solo omonimo e inedito di Fausto Romitelli. Il suo progetto Extended
Wood percussion solo (2017) esplora su strumenti esclusivamente lignei, in collaborazione con
l’ebanista Giuseppe Bussi e diversi compositori, il rapporto tra oggetti concreti e tecnologia
digitale. Una relazione che apre dimensioni fin qui inedite a set strumentali ancora poco orientati
al recital solistico.
Ha suonato con le più prestigiose orchestre italiane tra cui la Filarmonica della Scala, la Fenice
di Venezia, il Maggio Musicale Fiorentino, l’Opera di Roma, Orchestra Mozart di Claudio
Abbado, Spiramirabilis.
Ha inciso per etichette quali Aeon, Contempo, Kairos, Neos, Odradek, Stradivarius, Wergo; ed
è stato trasmesso da numerose radio europee quali Rai-Radio3, Croatian Radio, Austrian
Radio, Deutschlandfunk, Antena-3.
A fianco dell’attività artistica, si dedica con altrettanto interesse all’insegnamento (quale docente
di percussioni al Conservatorio di Sassari o come docente ospite per Masterclass e Corsi di
specializzazione) e alla ricerca, realizzando edizioni musicali per percussioni (in collaborazione
con Ed. Ricordi), e pubblicazioni d’interesse musicologico.
Occasionalmente si occupa della programmazione di eventi in qualità di consulente musicale
(Collezione Maramotti, Festival Fotografia Europea, Milano Musica / Secret Public, Festival
Percussione Temporanea).



https://youtu.be/NFhgGB8-xrg 


https://youtu.be/cR1-0Y6si0E

View Event →
Apr
28
6:30 PM18:30

Gli Amici Contemporanei @ Germi #4 - Francesco Dillon/Andrew Quinn

19'40'', la collana discografica su abbonamento di musica anti-classica, nata del 2016 per mano di Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli, Francesco Fusaro e il supporto di Tina Lamorgese, è lieta di presentare una nuova rassegna.

In collaborazione con il neonato multi-spazio Germi (via Cicco Simonetta, 16 - Milano), nasce "Gli amici contemporanei" che, come dice il nome stesso, colleziona personalità estremamente connesse con il fatto musicale attuale. 

Si tratterà di concerti ad orario aperitivo e di durata non superiore ai cinquanta minuti, aperti soprattutto per coloro che non hanno una frequentazione compulsiva dei contesti musicali museali (vedi: auditorium, sale concerto, rassegne istituzionali).

Sarà cura di Germi consentire a chiunque lo voglia un ascolto innocente. E dunque privilegiato.

Francesco Dillon.jpg

Francesco Dillon (Torino, 1973) ha al suo attivo una brillante carriera
internazionale caratterizzata dall’originalità e varietà del repertorio esplorato.
L'intensa attività solistica lo vede esibirsi su prestigiosi palcoscenici quali il Teatro
alla Scala di Milano, la Konzerthaus di Vienna, il Muziekgebouw di Amsterdam, la
Philharmonie di Berlino, l'Herkulessaal di Monaco di Baviera, la Laeiszhalle di
Amburgo, la Jordan Hall di Boston, il Teatro Colon di Buenos Aires, con orchestre
quali, tra le altre, Orchestra Filarmonica della Scala, Orchestra del Maggio Musicale
Fiorentino, Orchestra Nazionale della RAI, SWR Radio Sinfonieorchester Stuttgart,
RSO Radio Symphonie Orchester Wien, Orquesta Estable del Teatro Colon,
Ensemble Resonanz, Lithuanian National Symphony Orchestra, Oulu Sinfonia
Finlandia, Lithuanian State Symphony Orchestra, Orchestra Regionale Toscana. Ha
collaborato con direttori d'orchestra quali Giuseppe Sinopoli, Susanna Mallki,
Luciano Berio, Peter Rundel, Johannes Kalitzke.
Si diploma sotto la guida di Andrea Nannoni a Firenze, perfezionandosi con Anner
Bijlsma, Mario Brunello, David Geringas e Mstislav Rostropovich. Studia inoltre
composizione con Salvatore Sciarrino. Nel 1993 è tra i fondatori del Quartetto
Prometeo, formazione cameristica di riconosciuta fama internazionale e vincitrice di
numerosi premi (Prague Spring, ARD Münich, Bordeaux), insignita del “Leone
d'argento” alla carriera alla Biennale Musica di Venezia 2012.
Dillon è inoltre membro stabile dell'ensemble Alter Ego con il quale viene
regolarmente invitato nei maggiori festival di musica contemporanea in tutto il
mondo. La sua passione per la musica da camera lo ha portato ad esibirsi con
interpreti quali Irvine Arditti, Mario Brunello, Giuliano Carmignola, Piero Farulli,
David Geringas, Veronika Hagen, Alexander Lonquich, Enrico Pace, Jean-Guihen
Queyras, Stefano Scodanibbio.
Il profondo interesse da sempre coltivato per la contemporaneità lo ha portato a
costruire solide collaborazioni con i maggiori compositori del nostro tempo, quali:
Gavin Bryars, Ivan Fedele, Francesco Filidei, Luca Francesconi, Stefano Gervasoni,
Philip Glass, Vinko Globokar, Sofija Gubaidulina, Jonathan Harvey, Toshio
Hosokawa, Giya Kancheli, Alexander Knaifel, Helmut Lachenmann, David Lang,
Alvin Lucier, Arvo Pärt, Henri Pousseur, Steve Reich, Terry Riley, Fausto Romitelli,
Kaija Saariaho, Salvatore Sciarrino e con musicisti sperimentali di culto come
Matmos, Pansonic, William Basinsky, e John Zorn.
Ha inciso per le etichette SONY, ECM, Kairos, Ricordi, Stradivarius, Die Schachtel,
Mode e Touch. Ha registrato in prima assoluta le Variazioni di Salvatore Sciarrino,
esecuzione premiata con il Diapason d'or, e la Ballata di Giacinto Scelsi, ambedue
con l'Orchestra Nazionale della RAI. In duo con il pianista Emanuele Torquati ha

realizzato tre cd di rarità schumanniane, l'integrale delle opere per violoncello di
Franz Liszt e nel 2018 un un cd monografico di opere di Johannes Brahms per
Brilliant Classics. Le sue esecuzioni sono trasmesse prestigiose emittenti come, fra le
altre, BBC, RAI, ARD, Radio France, ORF, ABC Australia, WDR.
All'attività concertistica affianca anche esperienze didattiche in istituzioni quali il
Royal College di Londra, l’Accademia Chigiana di Siena, il Conservatorio
Cajkovskij di Mosca, la Pacific University (California), Untref-Buenos Aires,
Manchester University, Scuola di musica di Fiesole. Dal 2010 è il direttore artistico
del Festival di musica contemporanea “Music@villaromana” di Firenze e dal 2019
riveste lo stesso incarico presso il Festival “Castelcello” a Brunnenburg (Alto Adige).


http://www.francescodillon.com/

https://www.youtube.com/watch?v=nKk4y6QPdm4

Andrew Quinn.jpg


Andrew Quinn è un artista australiano di grafica digitale e musicista che risiede a Milano. Ha curato gli effetti digitali di film quali “The Matrix” e “Tomb Raider”, “Nirvana” e “Vajont”. Negli ultimi anni si dedica a video-installazioni per ambienti multischermo e immersivi e alla grafica digitale interattiva per produzioni di spettacoli di danza e musica contemporanea. Nel 2011 ha curato i ‘sound reactive visuals’ per la serie Koine dei Pomeriggi Musicali, al Teatro dal Verme di Milano e nel 2012 per la Biennale della Musica a Venezia. Nel 2011 ha curato la scenografia virtuale per una produzione de “Il Castello di Barbablu’ ” per l’Opera Nazionale di Ungheria, prodotta da Francesco Stocchino Weiss. Inoltre…leggete la versione inglese…

Ha dato lezioni presso IUAV, Venezia, NABA, Milano, Quasar Istituto di Design, Roma e all’Australian Film School, Sydney, ANU Canberra, e da corsi di software per i ‘live visuals’, TouchDesigner. Nel 2016 ha tenuto un workshop al Conservatorio di Musica, Milano e alla Monash University di Melbourne.

http://andrewquinn.org/

https://www.youtube.com/watch?v=NaRc80LgxG0


View Event →

Mar
9
6:30 PM18:30

Gli Amici Contemporanei @ Germi #1 - Tom Richards/Nonclassical

19'40'', la collana discografica su abbonamento di musica anti-classica, nata del 2016 per mano di Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli, Francesco Fusaro e il supporto di Tina Lamorgese, è lieta di presentare una nuova rassegna.

In collaborazione con il neonato multi-spazio Germi (via Cicco Simonetta, 16 - Milano), nasce "Gli amici contemporanei" che, come dice il nome stesso, colleziona personalità estremamente connesse con il fatto musicale attuale. 

Si tratterà di concerti ad orario aperitivo e di durata non superiore ai cinquanta minuti, aperti soprattutto per coloro che non hanno una frequentazione compulsiva dei contesti musicali museali (vedi: auditorium, sale concerto, rassegne istituzionali).

Sarà cura di Germi consentire a chiunque lo voglia un ascolto innocente. E dunque privilegiato.

La prima giornatà di "Gli amici contemporanei" comincerà con la più importante realtà di musica classica "off" del mondo (prima volta in Italia!): la Nonclassical di Gabriel Prokovief (nipote del celebre Sergej Prokovief ) e uno dei validissimi compositori del rooster, Tom Richards. Il secondo appuntamento è con la versatile e ingegnosa violinista compositrice Eloisa Manera. Si prosegue con uno dei più importanti percussionisti europei, Simone Beneventi, che si cimenterà (tra le altre cose) in un capolavoro di performing dal titolo "Il libro celibe" di Giorgio Battistelli, tra spettacolo di magia e objet trouvé. Quarto appuntamento sarà con il più importante (senza tema di smentita) violoncellista di contemporanea in Europa, Francesco Dillon assieme al sorprendente sound reacting visual artist australiano Andrew Quinn.

Il programma proseguirà a maggio con altri due appuntamenti ancora in via di definizione.

La lista de "Gli amici contemporanei" potrebbe essere infinita. Lasciate a casa i nemici assenti...

Tom Richards.JPG


Tom Richards, electronics


Tom Richards is an artist, musician, DJ, researcher and instrument designer working in London UK. He has walked the line between sonic art, sculpture and music since graduating with an MA in Fine Art from Chelsea College of Art in 2004. Richards has built his own idiosyncratic modular electronic music system, with which he creates slowly evolving and heavily textured polyrhythmic improvisations. His individual approach and reductive palette lead to a taut, rhythmically focused sonic experience. He has performed and exhibited widely in the UK, as well as internationally in the US, Germany, Peru, Japan and Sweden.

Selected works and live performances have taken place at Tate Britain, The Queen Elizabeth Hall, The Science Museum, Spike Island, Cafe Oto, MK Gallery, Bold Tendencies, and Camden Arts Centre.

Tom features on Nonclassical's new EP

https://www.nonclassical.co.uk/tom-richards


https://www.youtube.com/watch?v=I9bt1slVjoo


NONCLASSICAL


"…conducive to optimism about the future of classical music" The Times (April 2016)

“…completely committed to supporting the work of new classical performers, composers and promoters; artists who are redefining the rules of classical music” – Elizabeth Alker, BBC Radio 3

nonclassical is a music promoter, record label and events producer presenting the best new classical, experimental and electronic music. Crossing genre and defying convention, we develop, produce and promote innovative music – supporting emerging artists and bringing new music to new audiences.

Founded in 2004 by composer Gabriel Prokofiev, nonclassical began as a clubnight focused on presenting new music in non-traditional performance spaces. We have since presented events across the UK and worldwide, and our record label is home to artists including Tansy Davies, Aïsha Orazbayeva, Gabriel Prokofiev, Langham Research Centre, Tom Richards and many more – you can see our full roster here.

nonclassical is based in London and led by Executive Director Eleanor Ward with a small, but perfectly formed team.

https://en.wikipedia.org/wiki/Nonclassical


https://www.nonclassical.co.uk/


View Event →
Feb
14
to Feb 16

Andrea Poggio + Esecutori di Metallo su Carta

“Sono lieto di annunciare che le date conclusive del tour di Controluce saranno tre eventi speciali a Torino, Milano e Modena. Per l’occasione sarò affiancato dall’ensemble Esecutori di Metallo su Carta - 19'40'', composto da Enrico Gabrielli e Beppe Scardino ai fiati, Sebastiano de Gennaro alla batteria e alle percussioni e Valeria Sturba al violino e ai cori. Sul palco ci saranno anche, come al solito, Caterina Sforza ai cori e Gak Sato alle tastiere e al theremin. Non vedo l'ora!
🙏 BPM Concerti e La Tempesta

Andrea Poggio


49620926_413620999381019_4935196870856146944_n.jpg


View Event →
Jan
18
to Jan 19

PUNTUALE

19'40'' arriva a Firenze con il festival dal nome PUNTUALE
18 gennaio: “EaTape“ (h22) e “Arcade Music” (h23)
19 gennaio: “Microcosmicomica” (h18) “Chino "Goia" Sornisi” (h22)

con
EG
Sebastiano de Gennaro
Damiano Afrifa
Luisa Santacesaria
Lorenzo Brusci
Marco Parente

Enece Film/Enzo sono Lina
Esecutori di Metallo su Carta

Al Circolo Arci Progresso Firenze, in collaborazione con La Chute associazione culturale.


49810358_2215781038663090_5943196072837906432_n.jpg


View Event →
Jan
7
9:00 PM21:00

Premi UBU 2018

PREMI UBU 2018


Serata di premiazione del più importante festival di teatro.

Dal Teatro Studio Melato, in diretta su Radio3 Suite a partire dalle 20.30.

Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro /19’40’’ musica dal vivo.

Con Luigi De Angelis (Fanny & Alexander), Federica Fracassi e moltissimi altri.


49472242_1852876134839270_6784574999278649344_n.jpg


View Event →
Nov
25
to Dec 16

ContempoRarities 2018

ContempoRarities il festival di 19’40’’ a Santeria Social Club Milano ha raggiunto la sua terza edizione:

ContempoRarities_3_def.jpg


25 novembre “Anti-Minimalismo Italiano”

9 dicembre “Arcade Music”

16 dicembre “Pinocchio!”

Esecutori di Metallo su Carta

direttore Marcello Corti

con Andrew Quinn, Collettivo Studio Antimateria, Olimpia Zagnoli ai visuals

e Francesco Bianconi voce recitante

Radio Raheen media partner

46789470_2873446202681364_3921534264868339712_n.jpg
View Event →
Oct
25
12:00 PM12:00

Agorateca Presenta: 19'40'' e UPM

25-10-2018

Incontri
Studio Foce Agorateca Presenta

Lugano, CH

Introduzione musicale con Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro di 19’40’’

alla proiezione del documentario:

UNITÀ DI PRODUZIONE MUSICALE (2015)

Da un’idea di: Enrico Gabrielli e Sergio Giusti
Regia di: Pietro de Tilla, Elvio Manuzzi, Tommaso Perfetti
Visione alla presenza di alcuni dei registi e degli autori

Settantadue musicisti di estrazione varia per esperienza, formazione, età e nazionalità, sono assunti da una fabbrica chiamata Unità di produ- zione musicale. Divisi in squadre e su turni da catena di montaggio, devono produrre musica su scala industriale. A ciclo continuo, in un reparto scrittura, hanno il compito di produrre spartiti mentre, in un reparto esecuzione, devono suonare ciò che è stato scritto in una sorta di interplay estemporaneo. Tutta la giornata viene ripresa da 11 macchi- ne da presa, utilizzate da 16 operatori in turnazione costante. Il contrasto fra la libertà creativa e la costrizione della catena di montaggio, innesca un’operazione ibrida fra esperimento psicologico, performance e im- provvisazione.

19’40” è una collana discograca su abbonamento creata da Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli, Francesco Fusaro e Tina Morgese, un territorio di repertori classici trasversali e prassi esecutive su carta, seriamente ludiche.

Entrata libera

Entrata: CHF 5.-

UPMcartolina.jpg
View Event →
Oct
20
12:30 PM12:30

MILANO MUSICA 2018 _ 20 e 21 ottobre

Secret Public.
Scatole sonore in spazi urbani
Micro-concerti a cura di ZAUM_percussion
(artists in residence 2018—2020)

Ispirato ad un progetto di Ictus Ensemble, Bruxelles

Per due intere giornate, sei container si trasformano in scatole sonore aperte alla cittadinanza. In diverse aree periferiche della città, micro-concerti, ciascuno della durata di 15’ e per un pubblico di circa dieci spettatori a volta, vedono protagonisti giovani percussionisti coinvolti dal gruppo ZAUM.

La mappa dei luoghi sarà disponibile sul sito www.milanomusica.it 
a partire da lunedì 8 ottobre 2018.

Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli, 19'40''

Un grazie particolare a SIMONE BENEVENTI

 

de00bbbabc75ca40a90c4d2a1937f062_L.jpg
View Event →
Oct
18
12:30 AM00:30

Danae Festival 2018: Effetto Larsen [IT] STORMO®/FLUSSO

GIO 18 OTT ore 19 > 23 – ASSAB ONE - Milano

e64763a5-1cd2-4bea-bfb5-04dc2421cfd0.jpg


In occasione del ventennale di Danae, Effetto Larsen, compagnia fondata da Matteo Lanfranchi, realizza Stormo®/Flusso, il nuovo formato del progetto “Stormo”, nato proprio a Danae nel 2010. Un esperimento di performance partecipativa di grande impatto, che mutua le regole di movimento dagli uccelli, e che è insieme artistico, sociale e scientifico. Un lavoro che porta alla luce risorse sepolte nella memoria del corpo, permettendo al singolo di scoprirsi parte del gruppo e al gruppo di percepirsi come un’unica entità autoregolata. All’ingresso ci saranno tre semplicissime regole, sufficienti a generare un sistema che ridefinisce continuamente se stesso e si riproduce dal proprio interno. Per questa occasione Effetto Larsen ha come complice eccellente il progetto di musica contemporanea 19’40’’, creato da Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro, polistrumentisti che hanno collaborato tra gli altri con Calibro 35, Baustelle, PJ Harvey, Afterhours.

ideazione e conduzione Matteo Lanfranchi direzione sound design Roberto Rettura sound designers Carlo Carcano, Matteo Lo Valvo, Roberto Rettura light design Stefano Mazzanti special guests 19’40’’ assistenza artistica Beatrice Cevolani project management Daniela Sabatini assistenza organizzativa Isadora Bigazzi performers Isadora Bigazzi, Beatrice Cevolani, Laura Dondi, Liber Dorizzi, Elena Fontana Paganini, Elena Friso, Matteo Lanfranchi, Erica Meucci, Daniela Sabatini, Dario Sanna, Laura Triscritti produzione Effetto Larsen con il sostegno di Danae Festival, Campo Teatrale, La Fabrique de Théâtre (BE), Bothnia Biennale (FI), La Diagonale Paris-Saclay (FR), Politecnico di Milano, Assab One, Fondazione Milano, Scuole Civiche di Milano, Spazio MIL

durata 4 ore
*Il pubblico è libero di arrivare a qualsiasi ora, e può uscire e rientrare

Effetto Larsen nasce nel 2007 a Milano ad opera di Matteo Lanfranchi, attore diplomato presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano. Da sempre il gruppo pone al centro del suo lavoro le relazioni umane focalizzandosi su progetti site-specific e partecipativi a livello internazionale che sono stati presentati in numerosissimi festival in Italia e all’estero e che hanno coinvolto migliaia di persone. Negli anni la compagnia ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti, tra cui la Biennale Giovani Artisti d’Europa e del Mediterraneo – Skopje 2009, e il Premio Scrittura di Scena Lia Lapini 2011. Dal 2015 Effetto Larsen è parte di In Situ, network europeo dedicato all’arte negli spazi pubblici.

https://effettolarsen.it



View Event →
PICTURES AT AN EXHIBITION
Jun
7
9:00 PM21:00

PICTURES AT AN EXHIBITION

The Winstons + Esecutori di Metallo su Carta + Andrew Quinn, visuals

Linnon Winston/Lino Gitto, batteria e voce

Rob Winstons/Roberto Dell'Era, basso e voce

Enro Winston/Enrico Gabrielli, pianoforte e organo

Sebastiano De Gennaro, pecussioni

Rodrigo D'Erasmo, violino

 

FONDACO DEI TEDESCHI

Fontego dei Tedeschi, Calle del, Rialto Bridge, 30100 Venezia VE

h21

 

View Event →
FUCK BLOOM? ALBAN BERG! 4° edizione
May
5
8:00 PM20:00

FUCK BLOOM? ALBAN BERG! 4° edizione

Torna la rassegna "lampo" al Bloom di Mezzago.

Quest'anno dedicata all'elettronica in forme, usi e costumi estremamente diversi.

Presto il programma completo...

Bloom e 19'40'' presentano:
Fuck Bloom? Alban Berg! sabato 5 maggio 2018! Musica elettronica sintetizzata in una notte, dai migliori cervelli elettronici!

Sabato 5 maggio a Mezzago: QUINTA EDIZIONE della rassegna di musica contemporanea in pieno stile #Bloom! Fuck Bloom? Alban Berg!

Questa rassegna, come quelle precedenti, è interamente curata da Sebastiano de Gennaro ed Enrico Gabrielli. Scopriamo insieme gli ospiti di questa rassegna?

• Bienoise drone punk (mixer, oggetti musicali modificati)
• 8brr (Ivan A. Rossi) modular music (synth modulari)
• Joao Ceser modular techno (synth modulari)
• Collettivo Studio Antimateria: elaborazione video in tempo reale

Al BloomCinema:
Pionieri sonici
• Ascolto guidato di tre capolavori sconosciuti della computer music, Hugh Le Caine, Henk Badings, Raymond Scott.
• Visual di Andrew Quinn
Guida a cura di Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro
Direzione artistica, 19'40'', Enrico Gabrielli, Sebastiano De Gennaro.

I live set di tutti gli artisti saranno accompagnati dalle performance visive studiate per l'occasione da www.studiomateria.com
Studio materia è comunicazione urbana, è un'agenzia di comunicazione urbana che nasce con l'obiettivo di sviluppare un sistema di comunicazione specifico per il contesto urbano milanese.

> SABATO 05 MAGGIO 2018
Apertura porte ore 22:00
Accensione macchine ore 22:30
Ingresso in cassa € 10

BLOOM

Via Eugenio Curiel, 39, 20883 Mezzago MB

h20 (da confermare)

View Event →
"MICROCOSMICOMICA"
Apr
28
8:00 PM20:00

"MICROCOSMICOMICA"

Sebastiano De Gennaro & Enrico "Der Maurer" Gabrielli suonano musica tutta dedicata all'infanzia e contenuta nella quinta uscita discografica di 19'40''.

Teatro Linguaggicreativi / Ambulatorio d'arte Vanghè

Via Eugenio Villoresi 26
20143 Milano

h20

View Event →
Feb
23
9:30 PM21:30

Esecutori di Metallo su Carta, Histoire du Soldat

"I will also record the fact that during the composition of Histoire du soldat Tristan Tzara and the other initiators of the Dada movement tried to persuade me to join them. I could see no future in Dada, however, and no musical use for it at all; and though the word 'Dada' sounded like 'yes yes' to my Russian ears, what the Dadaists where themselves saying amounted to something more like 'no no' (no offence to the composer of the Canto Sospeso). [...] The unique example of Dada in music is John Cage". (R. Craft, – I. Stravinskij, Expositions and Developments, University of California Press 1967)

«La musica mi si è qualche volta presentata in sogno [...].Fu durante la composizione dell’Histoire du soldat, e fui sorpreso e felice del risultato. Non solo la musica mi apparve ma anche la persona che la suonava era presente nel sogno. Una giovane zingara seduta sul ciglio della strada. Aveva in grembo un bambino e per intrattenerlo suonava il violino. [...] Il bambino era molto entusiasta di quella musica e l’applaudiva con le manine». (R. Craft,, I. Stravinskij, Colloqui con Stravinsky, Einaudi 1977)

Esecutori di Metallo su Carta

Marcello Corti, direzione
Stefano Panzeri, voce recitante
Pietro Puccio, visual

HISTOIRE02bis.jpg
View Event →
Jan
21
9:30 PM21:30

microcosmicomica, 19'40" in concerto

Si potrebbe descrivere in tanti modi, ad esempio 'Musica colta dall'albero del '900' oppure 'Piccoli pezzi facili'. O, per divertirsi con i calembour, si potrebbe arrivare a 'Beata inNovecenza!' ma al di là di come potremmo chiamarlo, questo concerto vi offrirà un anteprima della prossima uscita della nostra collana 19’40”, ascolterete musica quieta, di alto livello compositivo e dedicata alle migliori generazioni future.
 

microcosmicomica.jpg

Enrico Gabrielli, Clarinetto, Flauto
Sebastiano De Gennaro, percussioni, vibrafono

Programma:

John Cage, Dream
Paolo Renosto, Presenze
Igor Stravinsky, Three easy pieces
Francis Poulenc , Sonate pour deux clarinettes
Béla Bartòk, Mikrokosmos
Claude Debussy, Petite Piece
Lou Harrison, First concert for flute and percussion

View Event →
Jan
20
to Jan 21

Microcosmicomica, 19'40" in concerto

Si potrebbe descrivere in tanti modi, ad esempio 'Musica colta dall'albero del '900' oppure 'Piccoli pezzi facili'. O, per divertirsi con i calembour, si potrebbe arrivare a 'Beata inNovecenza!' ma al di là di come potremmo chiamarlo, questo concerto vi offrirà un anteprima della prossima uscita della nostra collana 19’40”, ascolterete musica quieta, di alto livello compositivo e dedicata alle migliori generazioni future.
 

microcosmicomica.jpg

Enrico Gabrielli, Clarinetto, Flauto
Sebastiano De Gennaro, percussioni, vibrafono

Programma:

John Cage, Dream
Paolo Renosto, Presenze
Igor Stravinsky, Three easy pieces
Francis Poulenc , Sonate pour deux clarinettes
Béla Bartòk, Mikrokosmos
Claude Debussy, Petite Piece
Lou Harrison, First concert for flute and percussion

View Event →
Jan
19
9:30 PM21:30

Microcosmicomica, 19'40" in concerto

Si potrebbe descrivere in tanti modi, ad esempio 'Musica colta dall'albero del '900' oppure 'Piccoli pezzi facili'. O, per divertirsi con i calembour, si potrebbe arrivare a 'Beata inNovecenza!' ma al di là di come potremmo chiamarlo, questo concerto vi offrirà un anteprima della prossima uscita della nostra collana 19’40”, ascolterete musica quieta, di alto livello compositivo e dedicata alle migliori generazioni future.
 

microcosmicomica.jpg

Enrico Gabrielli, Clarinetto, Flauto
Sebastiano De Gennaro, percussioni, vibrafono

Programma:

John Cage, Dream
Paolo Renosto, Presenze
Igor Stravinsky, Three easy pieces
Francis Poulenc , Sonate pour deux clarinettes
Béla Bartòk, Mikrokosmos
Claude Debussy, Petite Piece
Lou Harrison, First concert for flute and percussion

View Event →
Jan
12
9:00 PM21:00

PAGINE BREVI, MUSICA LUNGA

Teatro San Leonardo, Bologna

Esecutori di Metallo su Carta

PAGINE BREVI, MUSICA LUNGA

prima assoluta

 

Sebastiano De Gennaro percussioni, elettronica

Enrico Gabrielli tastiere, clarinetto basso

Yoko Morimyo viola, violino

Paolo Tarsi tastiere

Lorenzo Brusci sound design, elaborazione

 

musiche di Karlheinz Stockhausen, Paolo Renosto, Bruno Maderna, Frederic Rzewski

Si tratta di un programma a base di forme musicali inscrivibili nel vago termine di alea.
Tutti i brani sono basati sul principio di spartito-breve.
È un affascinante e vasto repertorio di scrittura nato in contesti perloppiù colti durante grandi dibattiti (ancora in corso) sulla codifica del linguaggio scritto, argomento per cui gli Esecutori di Metallo su Carta e 19'40'' dimostrano da sempre grande interesse e sensibilità.

cover_Zusatz_TIERKREIS_Kammerorchester.jpg
View Event →
Nov
29
7:00 PM19:00

Anteprima Contemporarities 2017

19m40s_03.jpg

Presentazione della seconda edizione del festival Contemporarities ideato da Enrico Gabrielli, Sebastiano De Gennaro e Francesco Fusaro. 
Oltre ad illustrare il programma del festival parleremo di 19'40" e, in attesa della nostra quarta uscita, suoneremo un'anteprima dell'ultimo disco uscito per 19'40" Il Picchio dedicato alla musica contemporanea per elettronica e percussioni.
In programma brani di Louis Andriessen, Nikolay Popov, David Lang, Edmund Campion.

Sebastiano De Gennaro, Percussion
Enrico Gabrielli, presentazione

 

View Event →