Back to All Events

Gli Amici Contemporanei @ Germi #5 "Microcosmicomica"

19'40'', la collana discografica su abbonamento di musica anti-classica, nata del 2016 per mano di Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli, Francesco Fusaro e il supporto di Tina Lamorgese, è lieta di presentare una nuova rassegna.

In collaborazione con il neonato multi-spazio Germi (via Cicco Simonetta, 16 - Milano), nasce "Gli amici contemporanei" che, come dice il nome stesso, colleziona personalità estremamente connesse con il fatto musicale attuale. 

Si tratterà di concerti ad orario aperitivo e di durata non superiore ai cinquanta minuti, aperti soprattutto per coloro che non hanno una frequentazione compulsiva dei contesti musicali museali (vedi: auditorium, sale concerto, rassegne istituzionali).

Sarà cura di Germi consentire a chiunque lo voglia un ascolto innocente. E dunque privilegiato.


1.jpg


Microcosmicomica, musica del '900 per l'infanzia

Sebastiano De Gennaro, vibrafono e percussioni
Enrico Gabrielli, clarinetto e flauto

La moderna musica per bambini, quella su internet, sui canali dedicati, sui programmi di intrattenimento e nei giochi elettronici per l’infanzia, sembra uscita fuori dal centro commerciale dell’allegria. Dall’idea di nutrire di suoni un bambino oggi è sparito ogni accenno alla malinconia e all’introspezione. Il perché forse andrebbe ricercato nella concezione sbagliata (a nostro giudizio di pedagoghi fai-da-te) che il bambino vada protetto dai lati oscuri della vita. Eppure se si ascolta “L’arca” di Endrigo/De Moraes del 1971 si finisce con un grande pianto liberatorio, o che dire del “Pinocchio” di Fiorenzo Carpi, che ritrae la storia di Collodi nella sua nuda tragicità? Gianni Rodari raccontava, nel “Muratore della Valtellina” la morte, Miyazaki ne “La città incantata” l’abbandono. E l’elenco è infinito. I bambini non hanno paura di queste cose: la verità è che sono i genitori per primi che non riescono a sostenerle. Sono loro i primi che non sono in grado di ascoltare “Soothing sounds for babies” di Raymond Scott o la musica fatta di rumori o di melodie spirituali. Non hanno tempo, voglia, pazienza. Questa sera proponiamo un percorso attraverso brani scritti da illustri compositori come Bela Bartok, Claude Debussy, Igor Stravinsky, Franco Margola, Aaron Copland, Danilo Lorenzini, specificatamente per l’infanzia nell’epoca (il ‘900) in cui tutto era ancora molto legato alla carta e poco al computer. Attenzione: sono brani brevi, ma non piccoli! Queste sono musiche di alto livello compositivo, non certo le suonerie dei giochini con lucette e pulsantini.
Aiuteremo, con un solo clarinetto e un vibrafono, a pulire le orecchie, e rallentare il battito cardiaco dei genitori, a distendere il loro respiro. E così, di conseguenza, si spera ne gioveranno tutti i bambini presenti!